Gli anni di Padania e gli Afterhours “quasi veri”

Afterhours Padania Biblioteca Tesoriera

Tanto si parla in questi giorni del leader degli Afterhours, Manuel Agnelli, per la sua decisione di partecipare come giudice alla trasmissione televisiva X-Factor, e per l’imminente uscita del nuovo doppio album del gruppo, che si chiamerà “Folfiri o Folfox”. Il titolo si riferisce a terapie antitumorali, certo è che è un nome piuttosto strano e in molti avranno storto il naso…

Non era aggraziato nemmeno “Padania”, il titolo del loro ultimo disco di brani inediti, che riascoltiamo in attesa di scoprire il nuovo. Ora davvero lo si può ascoltare “a freddo” come un’avventura completamente conclusa. Anche l’acquisizione da parte della biblioteca Della Corte, dal Fondo Venegoni, sembra un po’ simbolica, come per mettere ad archivio questo percorso.

La storia del disco inizia dopo l’avventura a Sanremo nel 2009 e la successiva compilation “Il paese è reale” con 19 artisti della scena “alternativa” italiana. Il gruppo si separa dalla casa discografica Universal, per tornare indipendente come agli esordi. “Padania” viene autoprodotto e pubblicato nel 2012 con la distribuzione di Artist First. Le registrazioni vedono il ritorno del “figliol prodigo” Xabier Iriondo, e un lungo tour lo restituisce all’affetto dei fan, dopo molti anni di assenza.

Non finisce qui: l’avventura live degli Afterhours, dopo la promozione del disco, prosegue con la riproposizione integrale dello storico “Hai Paura Del Buio?” con l’aggiunta di alcuni brani da “Germi” e appunto da “Padania”. Come l’inizio, la fine di questo percorso è tutt’altro che semplice, perché arriva il divorzio da due componenti.

Ascoltando “Padania” al tempo, non sapevamo che si trattasse dell’ultimo disco della band con all’interno tutti e tre i membri storici (Manuel Agnelli, Giorgio Prette, Xabier Iriondo). Si tratta del primo ed ultimo album, negli ultimi 15 anni, in cui collaborano tutti e tre, dopo il ritorno del chitarrista Xabier Iriondo e prima dell’abbandono del batterista Giorgio Prette.

Inoltre il chitarrista Giorgio Ciccarelli, che di “Padania” è il maggior autore delle parti musicali, viene “licenziato” senza mezze misure, per motivi non chiari. Se quello di Prette potrebbe essere un arrivederci, quello di Ciccarelli è sicuramente un addio.

Cosa resterà di questi anni di “Padania”?

Restano alcuni singoli che hanno girato spesso in radio: “La tempesta è in arrivo”, “Padania”, “Nostro anche se ci fa male”. Altri sono molto più ostici, difficilmente verranno ricordati, ma chissà che non ritornino in futuro dal vivo per insolite scelte di scaletta.

Restano alcuni esperimenti nel rapporto con il pubblico: forse qualcuno si ricorda l’operazione “I’m with the band”. Nell’era del crowdfunding le risorse economiche dei fan sono molto più sicure di quelle del mondo discografico e anche gli Afterhours in questo senso hanno cercato di mobilitare i loro affezionati con tessere di fidelizzazione.

Restano all’interno dell’artwork e delle locandine i volti “ibernati” della formazione che negli anni duemila è stata più classicamente “Afterhours”. Nel tentativo di “Padania” di ritrovare le sonorità delle origini, e nel successivo tour-revival del loro disco più celebrato “Hai Paura del Buio?”, abbiamo visto e sentito gli Afterhours più aderenti possibile a quelli che erano nel lontano “1.9.9.6.”, vent’anni esatti dal pezzo di apertura di quel disco indimenticabile.

E dopo la neve in copertina e i volti ibernati nel booklet, l’iceberg del retro indica la tracklist. Un ultimo sguardo prima di scoprire la loro nuova uscita…

Afterhours Padania Biblioteca Tesoriera


Collocazione nella Biblioteca Andrea Della Corte: 13.F.4417

Annunci

Informazioni su Paolo Albera

Seduto sugli allora.

Un Commento

  1. Pingback: Estate 2016: i festival a Torino | Biblioteca Musicale Andrea Della Corte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: