Ennio Morricone e i western di Sergio Leone

Front

L’estate è la stagione giusta per i film western, i canali televisivi programmano regolarmente i grandi classici del genere.

Dunque non è raro trovare le musiche di Ennio Morricone, anch’esso un “classico del genere”, e spesso e volentieri uno “standard” cui tendono le altre colonne sonore composte dai suoi contemporanei. Il recente “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino è il film che al compositore romano è valso un premio Oscar, ma i lavori scolpiti nella memoria collettiva sono quelli con il regista Sergio Leone.

La filmografia di Sergio Leone, strettamente legata al western, viene considerata divisa in due parti: la “Trilogia del dollaro” e la “Trilogia del tempo”. Ennio Morricone ha collaborato in tutti questi lungometraggi. Sono tantissime le pubblicazioni in cd e altri supporti che contengono selezioni di queste colonne sonore, e il primo pensiero dopo la serata degli Oscar che lo ha visto tra i premiati è di andare a riascoltare questi brani.

Il primo cd che trovo nell’archivio della Fonoteca è “Ennio Morricone – Le colonne sonore originali dei film di Sergio Leone” (RCA, 1989). Si parte, ovviamente, dal fischio del maestro Alessandro Alessandroni che introduce “Per un pugno di dollari” (1964), il primo dei tre film con protagonista Clint Eastwood.

L’anno dopo esce “Per qualche dollaro in più”, in cui è il tema del carillon a creare suspence durante i crimini di un Gian Maria Volontè nei panni di Indio, tra i “cattivi” più cattivi della storia del western.

Culmine della trilogia del dollaro è “Il buono, il brutto, il cattivo” (1966), ed ecco l’ululato “uah-uah” che ricorre per tutto il film, e copre l’urlo finale di Tuco (Eli Wallach) diretto a Biondo (Clint Eastwood): “Sai cosa sei? Sei un grande figlio di putt…” Le voci incalzanti dei Cantori Moderni, ancora il fischio di Alessandroni, il martellante tappeto sonoro del “Triello” in cui si affrontano i tre protagonisti Tuco, Biondo e Sentenza: le musiche sono indispensabili nel racconto della storia e per la prima volta vengono suonate durante la realizzazione delle scene.

Con il succedersi dei film, parallelamente al tono delle opere di Leone, anche i temi delle colonne sonore salgono a livelli più “epici”.

Nel 1968 esce “C’era una volta il west” e per la prima volta il commento sonoro si apre in un sinuoso canto femminile inciso da Edda Dall’Orso, nel film dove fa la comparsa una donna fra i ruoli principali: Claudia Cardinale, che interpreta l’ex prostituta Jill. L’ossessivo tema di armonica a bocca, tre note dissonanti e sgraziate, entra nella trama e nel personaggio interpretato da Charles Bronson fino a svelare un incredibile finale.

Anche in “Giù la testa” (1971) la colonna sonora vale più di un semplice commento al film: l’ambiguità nel nome del protagonista – John? Sean? – interpretato da James Coburn è ripresa dai rintocchi di voce scanditi nel tema centrale. Peccato in questa selezione non ci sia l’”aureola musicale” che idealizza John/Sean quando Juan vede in lui il mago della dinamite che può far saltare in aria la cassaforte del Banco Nacional de Mesa Verde.

Nel 1984 esce nei cinema “C’era una volta in America”, non più sfide tra cowboy, ma tra gangster di New York: è l’opera del regista più celebrata dalla critica, e considerata forse il suo testamento artistico. Torna la voce di Edda Dell’Orso, cullata dalle epiche aperture d’archi che per le quattro ore di durata seguono la complicata e tormentata vita di Noodles.

E finisce il disco, un viaggio lunghissimo ripercorso tutto d’un fiato, un’ora e un quarto di brani immortali che il mondo ha conosciuto al cinema prima che su radio o giradischi.

Back

Collocazione nella Biblioteca Andrea Della Corte: ML.340

Annunci

Informazioni su Paolo Albera

Seduto sugli allora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: