Tactus: un viaggio nel tempo

Tactus-Napoleone

Tactus: dal latino “tocco, contatto”.

Tactus è un’etichetta discografica fondata da Serafino Rossi con l’obiettivo di valorizzare i compositori del Rinascimento e del Barocco, e che nel corso degli anni ha ampliato il catalogo comprendendo ora opere del periodo dal Medioevale al Contemporaneo.

Ecco dunque l’occasione per un viaggio nel tempo ed uno geografico alla scoperta di autori ed opere forse non molto conosciuti, ma particolarmente interessanti e curiosi e di alto livello artistico.

Iniziamo il nostro viaggio nel tempo partendo dal Medioevo, con il cd “Danze strumentali medievali italiane”, che raccoglie brani incisi dall’“Anima Mundi Consort” utilizzando strumenti originali: flauti di canna, arpa gotica, ciaramella, bombarda, tromba marina, ribeca, viella, salterio, cornamusa, tamburo a frizione, bombarda, tamburello garganico e altri.

“Questo corpus presenta comunque una notevole multiformità: vi si annoverano, tra le altre, ductiae d’origine inglese, estampite francesi ed italiane, e saltarelli. Accanto a brani che traevano evidentemente la loro ragion d’essere dalla danza, ne troviamo altri che, ferme restando le particolarità del genere, presentano tratti evoluti, che sembrano caratterizzarli come danza non solo da ballare, ma soprattutto da ascoltare”

(Fonte: http://tactus.it)

Proseguendo il nostro viaggio ci ritroviamo nell’Umanesimo con “Musica disonesta – Miti e racconti dall’Umanesimo”: qui troviamo brani di vari autori tra i quali Ludovico Fogliani, Alessandro Demofonte,  Antonio Caprioli, Rofino Bartolucci da Assisi,  Michele Pesenti, Bartolomeo Tromboncino,  Paolo Scotto, Marchetto Cara, Franciscus Bossinensis,  Francesco Santacroce «patavino», Antonius Patavus (Stringari). Le musiche sono eseguite dall’ensemble “Anonimi frottolisti”.

“I brani raccontano storie, sentimenti e personaggi apparentemente generici ma che, in verità, risultano uno spaccato del contesto culturale depositario di antiche conoscenze, dove ciò che appare non è semplicemente ciò che viene scritto ma la rappresentazione di un enorme contenitore di significati.

(Fonte: http://tactus.it)

Passiamo quindi al Seicento ed è ora di cantare e ballare. L’opera “Toccate, canzoni e balli del Seicento Italiano” raccoglie composizioni di Bernardo Storace, Michelangelo Rossi, Carlo Gesualdo e Tarquini Merula, eseguite da uno tra i migliori interpreti italiani della musica antica: il clavicembalista ed organista Francesco Cera.

L’ultima tappa è a cavallo tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. Il Cd “Arie favorite con chitarra al tempo di Napoleone” presenta opere di Nichelangelo Sola, Domenico Puccini, Gaetano Marani, Girolamo Crescentini e Ferdinando Carulli. Si tratta di composizioni per chitarra e per chitarra e voce, eseguite dalla soprana Maurizia Brazzoni e dal chitarrista Sandro Volta.

Lo strumento, acquisita la sesta corda a cavallo dei due secoli, mostratosi , versione “alla moda”, in foggia di neoclassica lira, continua ad allietare i convivi dei salotti. […]
Esplode una vera e propria moda della chitarra, con tanto di celebrati Maestri e accaniti sostenitori, come ci riferisce De Marescot a proposito della “querelle” fra le due opposte fazioni di “molinisti”e“carullisti” sfociata in una clamorosa rissa.

(Fonte: http://tactus.it)

Danze strumentatali medievali italiane: 12.F.307
Musica disonesta-Miti e racconti dall’Umanesimo: 13.F.679
Toccate, canzoni e balli del Seicento Italiano: 04.F.5
Arie favorite con chitarra al tempo di Napoleone: 07.F.315

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: