Curiosità: seconda parte

Schumann

Proseguiamo la serie di percorsi sulle “Curiosità”: 3 autori, 3 curiosità, 3 opere.
Dopo aver parlato di George Friederich Handel, oggi parliamo di Robert Schumann. La prossima volta sarà il turno di Antonin Dvorak.

3 curiosità

Sebbene fosse di bell’aspetto –almeno da giovane- Schumann appariva molto strano, Quando componeva aveva l’abitudine di fumare sigari, ma il fumo che entrava negli occhi lo infastidiva. Coosì era costretto a protendere le labbra, in modo che il fumo si allontanasse nella direzione giusta.  Gli piaceva anche fiscgiettare le note, ma era tutto più difficile con un sigaro in bocca e con il labbro allungato verso l’esterno; finiva così con l’emettere strani rumori e fare smorfie ancora più strane, proprio come una creatura proveniente da un altro pianeta.

 Schumann era così ossessionato dal diventare un pianista eccellente che inventò una macchina per rinforzare le dita- in realtà gli rovinò la mano al punto di non poter più suonare il pianoforte.

Schumann fu ricoverato nel 1854  in una clinica per guarire dalla pazzia.

Quando Clara andò a trovarlo, accompagnata da Brahms, Schumann la riconobbe subito mentre lei stentò. Con un immenso sforzo, egli cercò di stringerla fra le sue braccia tremanti e di sorriderle. Balbettando parole sconnesse, gli uscì un “mia” –voleva forse dire: “mia Clara”. Dalle dita di lei assaporò vino e gelatina, gli stessi cibi che da chiunque altro avrebbe rifutato. Ma era troppo tardi ; morì il giorno seguente in un momento in cui non c’era nessuno ad assisterlo […] Tutto solo, persino nell’ultimo istante della sua esistenza.

(Fonte: Steven Isserlis, “Perché Beethoven lanciò lo stufato”, Ed. Curci Young)

3 opere

Quintetto per pianoforte, 2 violino, viola e violoncello op.44
Juilliard String Quartet (Quartetto d’archi)  Glenn Gloued (Pianoforte): 08.N.5.69
Hagen Quartett (Quartetto d’archi)  Gulda, Paul (Pianoforte): CLA.F.131.1/2
Kashimoto, Daishin, Nikolitch, Gordan  (Violino), Berthaud, Lise (Viola)
Salque, François (Violoncello), Le_Sage, Eric  (Pianoforte) : 25.FF.10

Lieder (Per pianoforte e baritono)
(Dietrich Fischer-Dieskau, baritono); Christoph Eschenbach,( piano ):04.F.229

Tema con Variazioni in Mi b maggiori op. postuma
L’opera è contenuta in: Complete Piano Works Jorg Demus (Pianoforte) : 06.F.410.9 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: